5 Consigli per viaggiare sicuri negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti, si sa, sono un’ambita meta di viaggio anche per via del famoso “Sogno Americano” che da tempo spinge i turisti italiani a recarsi in questo magnifico Paese.
Prima d’intraprendere questa fantastica avventura, però, occorre sapere che gli Stati Uniti d’America non sono affatto un Paese così sicuro come lo si potrebbe credere osservandolo attraverso uno schermo. Gli USA, difatti, rappresentano uno Stato ricco di contraddizioni, particolarità e molte cose specifiche che bisogna sapere per non incorrere in problemi di vario genere. Scopriamo insieme, dunque, quali sono i 5 migliori consigli per viaggiare sicuri negli Stati Uniti d’America.

Assicurazione sanitaria

Questo punto potrebbe sembrare banale, quasi scontato, fintanto che il sistema medico americano è profondamente diverso da quello italiano. Tuttavia, occorre ribadire l’importanza di stipulare un’assicurazione sanitaria prima di partire, per non ritrovarsi indifesi una volta atterrati in America. Qualora accadesse un inconveniente, l’assicurazione sanitaria coprirebbe la maggior parte delle spese.

La guida

Per spostarsi nel territorio degli USA è possibile utilizzare vari mezzi: aerei, taxi, bus, treni e così via. Tuttavia, se bisogna coprire delle piccole distanze, è consigliabile noleggiare un’auto. Negli USA si tratta di uno dei mezzi di spostamento più popolari e grazie allo stesso è facilmente possibile evitare una vasta gamma d’inconvenienti e problemi vari dovuti alle attese negli aeroporti, stazioni e così via. In alternativa si può optare per un servizio taxi alternativo come Uber.

La patente

Per spostarsi efficacemente sul territorio americano bisogna avere una patente di guida che abbia validità nel Paese. Per farlo bisogna rivolgersi ai servizi di un traduttore professionale il cui compito sarà quello di provvedere alla traduzione del documento.
In questo modo è possibile ottenere un documento che permetterà la guida negli USA fino alla data della scadenza della patente. Il che è molto comodo considerando il tutto.

I posti turistici e i bassifondi

In America, esattamente come in una qualsiasi altra parte del mondo, ci sono i criminali. Certo, se si viaggia negli USA solo per scopi turistici, il rischio “d’inciampare” in degli inconvenienti, – come i furti, rapine e così via, – è minimo. Tuttavia, non appena si esce dalla Safe Zone il rischio aumenta.
A tutto questo si aggiunge anche il fatto che in molti Stati è permesso girare armati. Il consiglio è quello di non allontanarsi troppo dalle tipiche zone destinate ai turisti in modo da minimizzare i rischi. E se succedesse qualcosa comunque, bisognerebbe contattare il prima possibile la polizia. In tutto questo aiuta sicuramente una buona conoscenza dell’inglese.

Il rischio di perdersi

Gli Stati Uniti sono un Paese gigantesco, tant’è che spesso gli stessi americani, letteralmente, si perdono. Cosa dire, poi, per un turista? Per non perdersi nelle campagne dell’Ohio o nelle strade di New York è consigliabile avere a portata di mano un GPS o, se proprio si vuole, una mappa che aiuti a orientarsi nei posti in cui si viaggia. Per il resto, ovviamente, è sempre possibile chiedere alla gente del posto: basta solo conoscere un po’ l’inglese.

Consiglio Extra

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie per recarsi negli Stati Uniti d’America. A seconda della durata del viaggio e delle zone che si visiteranno, però, è possibile che sia utile, oltre che necessario adottare certi accorgimenti.
Ad esempio, se siete in viaggio alle Hawaii, è sempre bene fare un vaccino contro l’Epatite A e l’Epatite B (se non si è avuto la malattia prima) o ancora il tetano-difterite, nel caso di dovessero visitare le zone rurali.
Per ulteriori approfondimenti relativi alla salute in viaggio ad ogni modo è sempre bene visitare il sito del Ministero della Salute.