Cosa vedere a Firenze in un giorno

Firenze è una città semplicemente speciale. Infinitamente ricca di cultura e di storia, tanto per cominciare, ma anche una città artistica, architettonicamente splendida, che per la sua importanza e bellezza – è il caso di ricordarlo e sottolinearlo – fu capitale d’Italia dal 1865 al 1871. Non solo fasti del passato, però, perché sebbene Firenze possa giustamente essere considerata un museo a cielo aperto, è anche una città viva, giovane, piena di locali, di attrattive e di eventi, molti dei quali di richiamo internazionale. Non mancano i negozi dell’alta moda per chi vuole fare shopping e le proposte eno-gastronomiche.

Visitare a fondo le bellezze del capoluogo della Toscana richiederebbe probabilmente un periodo di tempo non inferiore a una settimana, ma in questa occasione vogliamo fornirvi una guida che miri a segnalare le principali cose da vedere e fare in una gita di un giorno. Una sorta di assaggio dei principali luoghi di interesse, ideale per chi ha poco tempo a disposizione e proprio per questo vuole usarlo al meglio, magari per tornare in futuro e finire il succulento pasto turistico che offre la città. D’altra parte, situata quasi al centro esatto della nostra penisola e collegata ai voli nazionali ed internazionali dall’aeroporto Amerigo Vespucci e inserita nella rete ferroviaria dell’alta velocità, Firenze è facilmente raggiungibile da nord a sud dell’Italia, e anche dall’estero. Per semplicitā, la nostra guida partirā dalla stazione di Santa Maria Novella, che è il punto di riferimento principale per chi arriva da fuori.

Guida alla visita di Firenze in un giorno

Santa Maria Novella

Incamminandoci verso il centro, appena oltrepassato il piazzale della stazione, incontriamo subito una delle più importanti chiese di Firenze, ossia la Basilica di Santa Maria Novella, che dā il nome alla stazione, la cui costruzione risale al XIII secolo. La chiesa, in stile gotico-rinascimentale, fu il punto di riferimento dell’ordine domenicano. Oggi, recentemente restaurata, affaccia su una bellissima piazza, con panchine e bar, dove potreste approfittare per fare colazione, respirando con calma la prima aria fiorentina.

Il Duomo e il Battistero

Da metà piazza prendete via dei Banchi e poi proseguite lungo via de’ Cerretani. Siccome il tempo a disposizione è relativamente poco, vi consigliamo in questa prima parte di resistere alle tentazioni dello shopping, cui se vorrete potrete dare ampio spazio in seguito, nel pomeriggio. Proseguendo sbucherete in piazza del Duomo, dove sorgono la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, con all’interno la Cupola del Brunelleschi, e il Battistero di San Giovanni.

Piazza della Signoria

firenze statua del davidAdesso, lungo la bellissima via dei Calzaiuoli, potete raggiungere Piazza della Signoria, dominata dalla torre del Palazzo Vecchio, che ospitava i Medici ed è ancora oggi la prestigiosa sede dell’Amministrazione cittadina. A pagamento è possibile non solo visitare il palazzo, ma anche salire sulla torre, da dove si gode un’ottima vista panoramica sulla città. In piazza, inoltre, potete ammirare il famoso David di Michelangelo, la Fontana del Nettuno e la statua equestre di Cosimo de’ Medici.

Pausa pranzo

Ormai dovrebbe essere circa ora di pranzo, per cui vi conviene approfittare per una sosta utile a ricaricare le energie. Se siete turisti dall’animo indomito, abituati a camminare per ore di fila per sfruttare al meglio le gite in giornata, potete prendere un panino al volo, magari con la sbriciolona, un salume tipico che contiene anche semi di finocchio selvatico, oppure con il lampredotto, il cui contenuto è a base di stomaco di bovino. Se invece non volete rinunciare a un pasto completo, nelle trattorie del centro troverete tante prelibatezze, ma nel vostro piatto dovrebbe trovare posto almeno la bistecca “fiorentina” di rito, magari accompagnata da un buon bicchiere di vino rosso proveniente dal Chianti fiorentino.

Gli Uffizi

Subito dietro il David si trova il Piazzale degli Uffizi, con la Galleria di opere rinascimentali più famosa del mondo. Inutile dire che in qualunque guida su Firenze questa sarebbe una tappa obbligata, ma secondo noi inserire una visita agli Uffizi avendo un solo giorno a disposizione rischia di portare via troppo tempo alla scoperta della città vera e propria, perché per godere anche solo in minima parte delle centinaia di opere esposte vi serviranno almeno due o tre ore, perciò andrebbe fatto solo se già conoscete abbastanza bene Firenze. In caso contrario, vi consigliamo di estendere la vostra permanenza, oppure di tornare a Firenze appositamente per visitare gli Uffizi.

Ponte Vecchio

Alla fine del piazzale siamo già sul Lungarno, e per di più di fronte a Ponte Vecchio, che offre uno scorcio mozzafiato finito spesso all’interno di produzioni cinematografiche ambientate nel passato e non solo. Costeggiamo allora il fiume dirigendoci proprio lė, dove ci aspettano le botteghe degli orafi.

Piazza Santa Croce

Giā che ci siamo, attraversiamo l’Arno e gustiamoci uno sguardo che racchiude in un sol colpo i palazzi, i loro tetti e le torri della città. Ora che siamo sull’altra sponda, torniamo idealmente al punto degli Uffizi e superiamoli, riattraversando l’Arno all’altezza del ponte delle Grazie e poi continuiamo su via dei Benci fino a sfociare in Piazza Santa Croce, dove si erge maestosa l’omonima Basilica. Questa zona è ricca di locali, perciò potete approfittarne per una pausa (un tè caldo d’inverno, una bibita fresca d’estate).

Il rientro

Tra i luoghi consigliati in questa guida, ci troviamo nel punto più lontano dalla stazione, perciò se avete un treno che (non) vi aspetta è il caso di cominciare a fare di nuovo rotta su Santa Maria Novella. Per farlo, però, avete due scelte: fare dietrofont, oppure proseguire fino a compiere una specie di tragitto ad anello. Se avete scelto la prima opzione, tagliate per Borgo dei Greci in modo da arrivare subito in Piazza della Signoria e da lė ai tanti negozi di abbigliamento, altrimenti proseguite lungo via Giuseppe Verdi fino a Piazza Salvemini, dove andando sempre dritto finirete di nuovo in Piazza Duomo, da dove potrete raggiungere la stazione di Santa Maria Novella in circa 15 minuti.

In questo modo, in una sola giornata avrete avuto modo di apprezzare le principali attrazioni turistiche di Firenze. Se però avete più giorni a disposizione, avete alla vostra portata altri musei, parchi e locali da visitare, senza considerare che a circa un’ora di automobile da Firenze trovate altre bellissime città della Toscana, come Pisa (con la sua torre famosa in tutto il mondo), Siena (la città del Palio nonché storica rivale proprio di Firenze), Lucca, Pistoia ed Arezzo.