Palermo cosa vedere

Palermo è un importante metà turistica che è possibile visitare in qualsiasi periodo dell’anno grazie al clima favorevole. Consigliamo una visitare di un paio di giorni, che vi permetterà di vedere le attrazioni e i luoghi principali della città.

Storia e domini stranieri fino all’unità d’Italia

Capoluogo di provincia e di regione si distende su un’ampia insenatura della costa tirrenica ai piedi del monte Pellegrino, sul limitare della Conda d’Oro. Storicamente la città fu già abitata in epoca preistorica, fu città punica e poi, nel 254-253 dai presa dai Romani. Passo quindi ai Bizantini, per essere conquistata dai Saraceni nel IX secolo. Nel 1130 i Normanni la scelsero come capitale del loro regno e Federico II vi installò la sua corte cosmopolita.  Successivamente rifiorì sotto gli Aragonesi. Agli spagnoli e poi agli austriaci(1720-1735) seguì infine il dominio borbonico, al quale pose fine Garibaldi con la spedizione del 1860.

Cosa vedere

Vediamo ora quali sono le attrazioni turistiche meritevoli di essere visitate. Cominciamo!

Palazzo dei Normanni

Eretto dagli Arabi nel IX secolo fu ingrandito e ristrutturato dai Normanni diventando una splendida reggia che aveva al centro una spaziosa aula regia per udienze e banchetti, di cui oggi rimane solo la torre Pisana. Gli ampi cortili e l’innalzamento della facciata si deve al dominio spagnolo. Al primo piano troviamo la cappella Palatina. I mosaici a fondo oro che decorano la zona superiore delle parete sono tra i più belli di tutta l’era bizantina. Al secondo piano troviamo gli appartamenti reali, fra i quali di particolare interesse ricordiamo la sala di Ruggero, con scene di caccia raffigurate sulle pareti.

Cattedrale dell’Assunta

Principale luogo di culto della città la Cattedrale di Palermo è Chiesa Parrocchiale della Parrocchia Maria SS. Assunta. Innanzata nella seconda metà del XII secolo su una precedente chiesa venne più volte ricostruita nel corso dei secoli successivi anche nel tardo Settecento da Ferdinando Fuga che eresse la cupola e restaurò l’interno.
La facciata, riccamente decorata, è fiancheggiata da due torri e si collega alla torre campanaria tramite due arcate. L’interno, a tre navate con cupole, conserva le tombe imperiali e reali e, nel transetto destro, rilievi e sculture dell’altare di Antonello Gagini.

San Giovani degli Eremiti

Edificio storico risalente all’epoca normanna, si trova nei pressi di Palazzo Sclafani, che vi consigliamo di visitare, e della Cattedrale dell’Assunta. La particolarità consiste nella sua struttura a moduli cubici, sormontati da cupolette rosse. L’interno a croce latina e unica navata con tre absidi, conserva alcuni frammenti delle decorazioni di età Bizantina.

Piazza Vigliena, detta Piazza Quattro Canti

Nell’incrocio tra via Vittorio Emanuele e la via Maqueda si apre questa bellissima piazza, cuore della Palermo barocca racchiusa tra le facciate concave dei quattro palazzi che vi si affacciano con le loro fronti smussate, sistemate in modo scenografico dall’architetto Giulio Lasso tra gli anni 1609 e 1620.

Orto Botanico

Situato in via Lincoln è uno dei maggori istitui a livello europeo, con esemplari provenienti da tutto il mondo, e il bel giardino pubblico di Villa Giulia, anche detta Villa Flora.